Ferrovia unica tra RDC Congo, Tanzania, Zambia

99

TANZANIA  – Dodoma. Dopo mesi di incontri e voci discordanti, l’11 marzo, gli operatori del trasporto ferroviario della Repubblica democratica del Congo (RDC), Tanzania e Zambia hanno firmato un accordo a Dar es Salaam per facilitare il movimento di merci e persone nella zona.

Una sorta di Schengen della regione in cui persone e merci possono circolare senza avere ostacoli di controlli, pagamenti di dazi. Il patto è di importanza cruciale per lo sviluppo sociale ed economico delle persone nei tre paesi, in particolare per lo Zambia stato senza sbocco sul mare che movimenta le merci via ferrovia la Zambia Railway (TAZARA), noto anche come Ferrovia Uhuru Grande.

 

I 1870-km di linea ferroviaria vanno dal porto dell’Oceano Indiano di Dar es Salaam a New Kapiri Mposhi in Zambia è sempre stato lo snodo vitale per il trasporto da e per lo Zambia soprattutto di Rame. Tuttavia, per varie ragioni la linea Tazara era in crisi finanziaria, problema questo ha eroso l’efficienza della linea ferroviaria. 

Con questo accordo dunque, non solo si va a rimettere mano alla ferrovia ma se ne potenziano le capacità di trasporto grazie al libero scambio. Gli alti dirigenti di TAZARA, Zambia Railways Limited (ZRL) e Societe Nationale-des Chemins de Fer du Congo Sarl (SNCC) – che sono gli operatori ferroviari nazionali per lo Zambia e la Repubblica Democratica del Congo (RDC), rispettivamente – hanno firmato un accordo tripartito di armonizzare le proprie operazioni per facilitare il movimento continuo di merci e di passeggeri.

L’accordo va a definire ruoli e tipi di collaborazioni tra le tre aziende statali sia in termini di movimento di merci e passeggeri. Da ora in poi per i passeggeri non sarà più necessario fare dei trasbordi ai confini ma i treni viaggeranno in maniera continuativa. Lo stesso varrà per le merci. Unica tratta dunque da Dar es Salaam a New Kapiri-Mposhi e Lubumbashi.

In questo modo i tempi per il trasporto saranno diminuiti e i costi delle merci saranno più competitivi. 

Adesso la parola passa ai rispettivi Governi Repubblica Democratica del Congo Tanzania e Zambia che dovranno accompagnare l’accordo commerciale con le opportune modifiche normative e sostegno economico. Ciò dovrebbe includere gli sforzi per rinnovare la capacità di carico di movimentazione TAZARA gravemente deteriorati da 1,2 milioni di tonnellate ogni anno nei primi mesi del 1990 a 630.000 tonnellate nel 2003 e solo 533 mila tonnellate nel 2011.