Colombia: accordo sui desaparecidos

11

CUBA – L’Avana 19/10/2015. Il governo e le Forze armate rivoluzionarie della Colombia, Farc, hanno trovato un accordo per ritrovare le oltre 25mila persone che sono scomparse in più di 50 anni di guerra civile in Colombia.

Le ricerche verranno effettuate con il sostegno del Comitato internazionale della Croce Rossa e sarà formata un’unità speciale per cercare i dispersi, hanno detto i negoziatori hanno detto in una dichiarazione congiunta rilasciata a L’Avana, sede dei colloqui. Le “misure umanitarie” sono volte a «alleviare le sofferenze delle famiglie delle persone scomparse e in questo modo contribuiranno a sostenere i loro diritti», si legge nella dichiarazione. Saranno attuate una serie di misure «prima della firma dell’accordo finale», che le due parti hanno stabilito avverrà prima del 23 marzo 2016. Il governo e le Farc si sono impegnate a fornire alla Croce Rossa le informazioni di cui dispongono sulla possibile sorte degli scomparsi e per aiutare l’attuazione di piani umanitari speciali, hanno detto i negoziatori. L’accordo sulla ricerca delle persone scomparse è l’ultima pietra miliare nel processo di pace in Colombia dopo l’accordo, del 23 settembre, sulla giustizia nel periodo di transizione dalla guerra civile alla pace nel paese. L’accordo sulla giustizia di transizione, tra le altre cose, prevede l’amnistia per i reati politici e la creazione di un tribunale speciale di pace, e stabilisce che i guerriglieri dovranno consegnare le armi entro 60 giorni dalla firma dell’accordo.