Export petrolifero kazako

24

KAZAKHSTAN – Astana 05/12/2014. Il Kazakhstan, per il momento, non intende costruire o acquistare terminali per il trasbordo di petrolio in porti marittimi esteri.

Secondo l’agenzia Trend che riporta una fonte della KazTransOil, nel corso degli ultimi due anni, la produzione di petrolio in Kazakhstan si è fermata a 80 milioni di tonnellate, Trend afferma che mentre il Kazakistan oggi non ha alcuna intenzione di costruire terminali per il trasbordo di petrolio all’estero, ha questa intenzione per altri tipi di carichi. Lituania, Lettonia ed Estonia e la Germania stanno offrendo i loro servizi per il trasbordo dei carichi del Kazakhstan, tra cui petrolio e gas. L’estone Muuga Harbour è pronta a fornire alle imprese kazake la costruzione di un proprio terminale; lo stesso ha detto la Socar per Batumi in Georgia. KazMunaiGas ha deciso al momento di acquistare il terminale di Batumi per conto proprio, e Socar ha dovuto acquistare il terminale di Kulevi, sulla costa orientale del Mar Nero, sempre in Georgia.