Ex signore della guerra catturato in Tajikistan

56

Tolib Ayombekov, ex signore della guerra tagico, si è arreso alle autorità volontariamente dopo l’uccisione di circa 50 persone avvenuta durante un’offensiva militare organizzata contro di lui ed i suoi compagni ai confini con l’Afghanistan.

Il governo tagico aveva chiesto la resa di Ayombekov come condizione per il ritiro delle truppe dalla regione autonoma del Gorno-Badakhshan dove lo scorso mese 17 soldati, 30 ribelli e almeno un civile furono uccisi in un combattimento a fuoco.

Ayombekov aveva combattuto contro il governo durante la guerra civile negli anni ’90 ed era stato accusato dell’uccisione di un capo della sicurezza locale, accusa sempre smentita dal diretto interessato. Il governo aveva quindi deciso di inviare le truppe per catturarlo fino a domenica, giorno in cui l’ex signore della guerra ha deciso di consegnarsi alle autorità per garantire il mantenimento della pace.