EUROPA. L’UE riapre il dialogo di accessione con Albania e Macedonia del Nord

180

La Commissione Europea ha dichiarato il 2 marzo scorso di aver nuovamente raccomandato l’avvio dei negoziati di adesione all’Ue con l’Albania e la Macedonia del Nord dopo che i due Paesi hanno raggiunto risultati tangibili in aree chiave.

Pubblicando mini rapporti sui paesi, la Commissione europea ha affermato che Tirana e Skopje hanno ottenuto ulteriori risultati tangibili e sostenibili e pertanto la raccomandazione della Commissione di aprire i negoziati di adesione con l’Albania e la Macedonia del Nord rimane valida, riporta BneIntellinews.

I rapporti sono arrivati dopo che la Commissione ha presentato a febbraio una nuova metodologia di allargamento avviata dalla Francia dopo che il Presidente francese Emmanuel Macron ha posto il veto all’avvio dei negoziati UE con la Macedonia settentrionale e l’Albania ad ottobre 2019, cercando un nuovo approccio al processo di allargamento.

Nel caso dell’Albania, il rapporto di aggiornamento delinea i progressi nell’attuazione della riforma della giustizia e nel processo di controllo di giudici e pubblici ministeri, nella lotta alla corruzione e alla criminalità organizzata, nella coltivazione della cannabis e nel traffico di droghe pesanti. Indica anche altre questioni rilevanti, come l’accordo sulla strada da seguire per la riforma elettorale e gli sforzi per affrontare le richieste di asilo infondate.

Per quanto riguarda la Macedonia settentrionale, la Commissione europea ha affermato che sono state prese misure per rafforzare l’indipendenza del sistema giudiziario, compresa la recente adozione della legge riveduta sulla Procura della Repubblica.

Il paese ha registrato un miglioramento nella lotta contro la corruzione e la criminalità organizzata e ha compiuto progressi nella riforma dei servizi di intelligence e della pubblica amministrazione.

Durante marzo, il Consiglio Affari generali dovrebbe discutere la via da seguire per la politica di allargamento, basata sulla metodologia riveduta, nonché i progressi compiuti dalla Macedonia settentrionale e dall’Albania, in vista dell’apertura dei colloqui di adesione. Macron ha recentemente affermato che la Francia revocherà il suo veto su Tirana e Skopje se i rapporti sui progressi compiuti dalla Commissione Europea saranno positivi.

Maddalena Ingrao