Accordi sino-congolesi

47

Il Congo e la Cina hanno firmato accordi per commesse pari a 975 milioni di euro come part dei un progetto teso a ricostruire settori della capitale Brazzaville, devastata dall’esplosione di un deposito di munizioni ai primi del mese di marzo 2012.

L’esplosione avvenuta il 4 marzo uccise 300 persone ne ferì 230 e ha creato 17mila senza tetto. Gli accordi sono starti f rinati dal vicepremier cinese, Hui Liangyu e dal presidente congolese Denis Sassou Nguesso.

Circa 50 milioni di euro saranno usati per lo sviluppo delle telecomunicazioni nel Paese, altri 60 per la costruzione di infrastrutture stradali nel nord del Paese.