Eurasia sino-russa

128

di Antonio Albanese RUSSIA – San Pietroburgo 09/11/2016. Il premier cinese Li Keqiang e il suo omologo russo, Dmitry Medvedev, hanno promesso di rafforzare la cooperazione tra i due vicini. Cina e Russia si sono dette più vicine in un partenariato strategico globale, con rapporti sostenibili, stabili e solidi, riporta Xinhua. L’incontro tra i due è avvenuto durante il XXI incontro tra i premier sino-russi. Cina e Russia intendono sinergizzare la Nuova Via della Seta e l’Unione economica eurasiatica (Eeu).

La Nuova Via della Seta e quella omologa maritima intendono costruire una rete commerciale e infrastrutturale di collegamento tra Asia, Europa e Africa lungo l’antica Via della Seta e attraverso l’area Eeu, Armenia, Bielorussia, Kazakistan, Kirghizistan e Russia.

Nel contesto di una ripresa economica mondiale fragile e del rallentamento della crescita del commercio mondiale, Cina e Russia intendono aggiungere nuova vitalità allo sviluppo, rivitalizzando l’economia, ha detto Li, sottolineato la cooperazione tra le piccole e medie imprese nel settore dell’innovazione, in particolare.

Li ha anche chiesto maggiori sforzi per rafforzare la cooperazione finanziaria e aumentare il volume della transazione in valuta locale per sostenere la cooperazione in questione. Sul commercio e gli investimenti, Li ha detto che le due parti dovrebbero lavorare per espandere il commercio, salvaguardare il sistema e le regole del commercio mondiale, promuovere lo sviluppo nella cooperazione economica e commerciale bilaterale e negli investimenti. l premier cinese ha sottolineatolo sviluppo nella cooperazione agricola.

Medvedev ha detto che i due paesi hanno fatto e faranno maggiori sforzi per rafforzare la cooperazione nell’innovazione delle Pmi, mentre attualmente i due paesi cooperano in grandi progetti nei settori del gas, del petrolio e dell’energia nucleare civile. La cooperazione finanziaria dovrebbe essere migliorata per fornire sostegno finanziario alle imprese dei due paesi, ha aggiunto. Medvedev ha sottolineato i settori dell’elettromeccanica, l’agricoltura, la scienza e la tecnologia, l’aviazione, le ferrovie ad alta velocità, come aree in cui le due parti dovrebbero promuovere la cooperazione. Russia e Cina dovrebbero rafforzare la cooperazione a livello locale nella regione dell’Estremo Oriente.

Il comunicato congiunto invita i due paesi ad approfondire la cooperazione in un’ampia gamma di settori, tra cui economia e commercio, investimenti, energia e scambi culturali. Concordando che esiste un grande potenziale nel commercio bilaterale e nella cooperazione degli investimenti basata su un partenariato solido e su strette relazioni economiche e commerciali, i due paesi devono approfondire l’integrazione economica attraverso una partnership economica in Eurasia. Cina e Russia continueranno a portare avanti la cooperazione nei settori dei trasporti, delle infrastrutture transfrontaliere, della logistica, nel quadro della sinergia Via della Seta – Eeu, si legge nel comunicato. Le due parti intendono poi discutere la possibilità di creare parchi industriali lungo le regioni sul corso superiore e medio del fiume Yangtze e lungo fiume Volga. Nel comunicato congiunto si esortano i due paesi a rafforzare la cooperazione nel commercio di prodotti agricoli, e promuovere l’ingresso di prodotti animali e vegetali sicuri sui mercati. I due paesi lavoreranno per aumentare la cooperazione in materia di energia, compresa l’energia elettrica, il carbone, le energie rinnovabili.