Etiopia, grazie alla Cina si incentiva la produzione di energia bio-gas

47

La Cina ha donato apparecchi-bio a gas all’Etiopia per sostenere lo sforzo del Paese nello sviluppo e nella promozione delle energie rinnovabili, come stabilito nel programma nazionale Bio-gas Etiopia (NBPE). 

Xie Xiaoyan, ambasciatore cinese in Etiopia, ha firmato, presso il Ministero Etiope dell’acqua e dell’energia ad Addis Abeba, l’accordo di hand-over con Alemayehu Tegenu, ministro di competenza Etiope. Gli apparecchi del valore di un milione di Yuan (circa 161.290 dollari) saranno distribuiti tra le famiglie rurali e potranno essere utilizzati anche per cucinare, ha detto Alemayehu. Il ministro ha osservato che il governo etiope ha preso diverse misure per lo sviluppo di fonti alternative di energia allargando l’accesso a servizi energetici moderni e puliti. Egli ha dichiarato che in base alla possibilità del paese di bestiame e la disponibilità di acqua nelle zone rurali dell’Etiopia, il governo insieme ai partner di sviluppo, ha in programma di costruire 70.000 impianti a bio-gas entro la fine del periodo del GTP 2011-2015. Il ministro ha elogiato il governo cinese per la donazione degli apparecchi: «A questo proposito vorrei esprimere la mia profonda gratitudine per gli sforzi compiuti dal governo della Repubblica popolare cinese attraverso la sua ambasciata qui per rispondere rapidamente la nostra richiesta per i 10.000 bio-gas apparecchi vale la pena 1000.000 Yuan in donazione» ha detto il ministro.