ESTONIA. Tallin garantisce gli uomini per l’operazione Barkhane

88

Il governo estone ha deciso di inviare 50 soldati in Mali per una missione di un anno a sostegno della forza francese Barkhane nella regione. Il 22 marzo il governo estone aveva dichiarato di aver deciso di sostenere la proposta di chiedere al parlamento un mandato per aumentare il contributo militare dell’Estonia in Mali.

Durante l’operazione Barkhane, guidata dalla Francia, il contingente estone avrà il compito di garantire la sicurezza della base e dei suoi dintorni. A Barkhane parteciperanno un’unità di fanteria su veicoli corazzati da trasporto truppa e un elemento di supporto. L’unità avrà sede nel campo militare di Gao, in Mali, riporta il sudafricano Defenceweb.

Il primo ministro, Jüri Ratas, ha affermato che la decisione dell’Estonia di contribuire a un’operazione antiterrorismo è un altro esempio dell’eccellente cooperazione tra l’Estonia e la Francia: «La Francia ha inviato la sua unità in Estonia la scorsa primavera per accompagnare l’unità del Regno Unito nel gruppo tattico della Nato che si trova qui. L’unità francese tornerà al gruppo tattico l’anno prossimo. I paesi non inviano le loro unità all’estero senza un’attenta considerazione. Il fatto che negli ultimi anni l’Estonia e la Francia abbiano trovato numerose opportunità di cooperazione nel settore della Difesa con un valore aggiunto pratico significa senza dubbio che le relazioni tra i due paesi sono molto strette».

Jüri Luik, ministro della Difesa, ha dichiarato che sostenendo un’operazione guidata dal suo alleato, l’Estonia dimostrerà di non beneficiare soltanto della sicurezza, ma anche di contribuirvi. «Partecipando a un’operazione con l’obiettivo di creare stabilità al margine meridionale della Nato e dell’Ue, sosteniamo il nostro forte alleato europeo. Rafforziamo inoltre l’immagine dell’Estonia come paese disposto a contribuire a garantire la sicurezza, indipendentemente dal luogo in cui si trovano le principali minacce alla sicurezza dell’Europa».

Il ministro francese della Difesa ha proposto all’Estonia di partecipare a Barkhane, la più grande operazione estera della Francia, dal gennaio prossimo. La Repubblica del Mali ha inviato un accordo ufficiale per l’ingresso delle forze estoni nel territorio del paese. Barkhane è un’operazione guidata dalla Francia nella regione del Sahel in Africa, che mira a creare stabilità e a gestire i problemi causati dalla regione che l’Europa deve affrontare, come il terrorismo e l’immigrazione clandestina.

L’obiettivo di Barkhane è di stabilizzare la situazione nella regione del Sahel in misura tale da consentire alle autorità di Mauritania, Mali, Burkina Faso, Niger e Ciad, tutte situate nella regione, di garantire da sole la sicurezza. L’operazione è basata in Mali. L’Estonia è uno dei primi alleati che la Francia ha invitato a partecipare a Barkhane. Oltre all’Estonia, anche il Regno Unito ha annunciato il contributo previsto all’operazione.

Tommaso dal Passo