Sud Corea si ritira dal progetto oleodotto ad Anbar

14

IRAQ – Erbil. 25/06/15. A quando si apprende da fonti curde, il contratto per collegare il giacimento di gas Akkas nella provincia irachena occidentale di Anbar per l’oleodotto 550 è stato annullato su richiesta del governo iracheno.

La STX Heavy Industries e KOGAS Akkas BV (controllata della statale Korea Gas Corporation), aveva firmato l’accordo nel mese di gennaio 2014, e l’oleodotto doveva essere terminato entro la metà del 2017. Tuttavia, un funzionario della compagnia ha detto alla stampa la settimana scorsa che la costruzione è stata ora cancellata. «Il peggioramento della situazione nella regione ha raggiunto il livello in cui non possiamo procedere con la costruzione». L’affare del valore di 406.800.000 rappresentato quasi la metà delle vendite della società lo scorso anno. STX ha vinto la gara assumendo l’intero processo dalla progettazione alla provenienza e l’acquisto dei materiali. L’azienda mantiene altri interessi in Iraq, tuttavia, tra cui un progetto di gestione di un impianto di trattamento del gas nel giacimento di petrolio Garraf, una centrale elettrica in Amara e una riqualificazione giacimento Zubair.