Giustizia per i martiri di San Salvador

123

EL SALVADOR – San Salvador 08/02/2016. Sono stati arrestati gli autori del massacro dei gesuiti in El Salvador compiuto nel 1989.

Gli arrestati sono stati tutti prelevati dalla Colonia Arce, nei pressi dello Stato Maggiore Generale delle Forze Armate salvadoregne, conosciuta come la “colonia dei militari.” Fonti della polizia, citate dal quotidiano online El Faro, confermano l’arresto del sergente Thomas Zarpate Castello, del tenente Antonio Jose Ramiro Avalos Vargas e del colonnello Guillermo Alfredo Benavides, ex direttore della Scuola Militare. L’arresto è avvenuto un mese dopo che il giudice Eloy Velasco della Corte Nazionale di Spagna aveva ribadito la validità di un allarme rosso emesso dall’Interpol per la loro cattura. Velasco aveva già emesso un mandato di arresto a metà del 2011, ma nel mese di agosto dello stesso anno i tre erano riusciti a rifugiarsi in una caserma delle forze armate salvadoregne. L’arresto dei militari è il primo passo per la Spagna, cha aperto il caso contro di loro e che potrebbe cercare l’estradizione alla Corte Suprema di Giustizia (Csj) di El Salvador.
Le vittime erano quasi tutte spagnole Ignacio Ellacuría, rettore dell’università, Ignacio Martin-Baro, vicerettore, Segundo Montes, direttore dell’Istituto per i diritti umani della Uca, Juan Ramon Moreno, direttore della biblioteca della teologia, Amando Lopez, professore di filosofia, e il salvadoregno Joaquin Lopez y Lopez, fondatore dell’Università. Accanto ai prelati anche due domestici salvadoregni Elba Ramos e Celina Ramos, furono uccisi. La strage degli “otto martiri della Uca” ha causato un’ondata di indignazione nel mondo e aumento della pressione da parte della comunità internazionale per il governo e la guerriglia avviare un dialogo per porre fine alla guerra.