ELN rilascia il sindaco Palacios

36

COLOMBIA – Bogotà 02/03/2015. L’Esercito di Liberazione Nazionale, Eln, ha rilasciato il sindaco che aveva rapito lo scorso anno dicendo che lo avrebbe «messo sotto processo» per corruzione.

Le autorità colombiane per bocca del comandante della divisione dell’esercito, il generale Leonardo Pinto, hanno annunciato il rilascio di Fredys Palacios, sindaco della città di Alto Baudo, rapito nella giungla, il 16 dicembre, e rilasciato nella stessa giungla. L’annuncio è stato dato a Caracol Radio dalla città di Medellin, dove ha sede la VII Divisione, Pinto ha detto che il sindaco ha trascorso la notte nella stessa comunità indigena da cui era stato rapito «e oggi verrà portato nella città» di Alto Baudo. Il sindaco è stato preso in ostaggio dall’Eln mentre stava viaggiando su una barca lungo un fiume della giungla tra le città di Alto Baudo e Medio Baudo in compagnia di altri 11 adulti e cinque bambini, che sono stati tutti rilasciati dopo poche ore dalla guerriglia che avvicinato il gruppo. Due giorni dopo, il presidente colombiano Juan Manuel Santos, in visita a Quibdo, la capitale della provincia di Choco, dove si trova Alto Baudo, ha chiesto che l’Eln rilasciasse immediatamente il sindaco e ha avvertito i ribelli che avrebbero dovuto lasciare perdere il sequestro, se volevano avviare un processo di pace con il governo. Il 9 febbraio, l’Eln, aveva confermato di aver rapito Palacios «per sottoporlo a un processo per corruzione». Dal gennaio 2014, i residenti della città hanno organizzato diverse manifestazioni per chiedere che il sindaco fornisse spiegazioni sulle sue attività d’ufficio.