Elezione Trump è storica per tre motivi

141

di Luigi Medici STATI UNITI D’AMERICA – Washington 10/11/2016. Salon, rivista liberal San Francisco, ha pubblicato nei giorni scorsi un’interessante riflessione sulle elezioni presidenziali statunitensi.
La riflessone era del tipo “se Donald Trump vincesse” e puntualizzava le tre particolarità della presenza, poi vittoria, del candidato repubblicano. Per la rivista la candidatura, e vittoria, di Trump è un esempio storico per tre motivi principali, su cui occorre riflettere a cose fatte:

« 1. Questa è la prima elezione dal 1940 in cui una partito ha nominato un candidato alla presidenza, senza alcuna esperienza governativa o militare (…)

2. È la prima volta che un candidato alla presidenza si è detto dichiaratamente contratto alla politica del libero scambio da Herbert Hoover nel 1932 (…)

3. È la prima volta che il partito repubblicano ha nominato un candidato apertamente osteggiato dalla struttura partitica dal 1964».