Riad investe in acqua e elettricità

73

ARABIA SAUDITA – Riad 14/05/2014. L’Arabia Saudita investirà 800 miliardi di riyal (213,3 miliardi di dollari) nei prossimi dieci anni per soddisfare l’impennata della domanda interna di l’acqua e l’elettricità.

Lo ha annunciato, riporta Arabian Business, il ministro incaricato del fabbisogno elettrico il 13 maggio.
La domanda di energia e di acqua nel regno saudita è cresciuta notevolmente negli ultimi anni visto che la popolazione saudita, sempre più ricca, consuma di più per mantenere stili di vita agiati e per sfuggire al torrido caldo che caratterizza la regione. «I settori idrico ed elettrico sono tra quelli la cui domanda è aumentata a tassi molto elevati, quasi a livelli di sfida», ha detto Saleh al- Awaji ai giornalisti in conferenza stampa, aggiungendo che la domanda era in aumento di circa l’8 per cento annuo. «Abbiamo bisogno di investimenti nei settori idrico ed energetico nei dieci anni a venire per un valore di circa 800 miliardi di riyal e ci aspettiamo che gli investimenti del settore privato arrivino a coprire il 30 per cento di entrambi i settori». Awaji ha detto che nel mese di aprile la domanda di energia elettrica ha raggiunto il suo picco, generalmente registrato durante l’estate, circa 60mila Mw.
La cifra ufficiale di 800 miliardi di riyal è superiore alla stima precedente secondo cui il regno avrebbe dovuto spendere 500 miliardi di riyal fino al 2020. La Saudi Electricity Co (Sec) prevede di spendere 622 miliardi di riyal tra il 2014 e il 2023, con l’aggiunta di ulteriori 40mila Mw e l’ampliamento delle reti di trasmissione e distribuzione, aveva annunciato a marzo 2014 l’Ad della Sec, Ziyad Alshiha.
La Sec, a maggioranza statale, ha sviluppato una serie di società indipendenti produttrici di energia (Ipp) in progetti che coinvolgono il settore privato.
L’Arabia Saudita e l’Egitto pianificano una rete elettrica comune che permetterà a entrambi i paesi di condividere fino a 3.000 Mw. Awaji, che è anche presidente della Sec, si aspetta che le offerte, che saranno lanciate entro la fine del 2014 o all’inizio del prossimo anno.