Campagna elettorale incerta a El Salvador

54

EL SALVADOR – San Salvador 03/10/2013. La campagna per le elezioni presidenziali salvadoregne del febbraio 2014 è iniziata il 1 ottobre senza un chiaro favorito.

Il presidente del Tribunale Supremo Elettorale, Eugenio Chicas, ha dato il via alla campagna elettorale, con «un appello ai partiti politici di fare una campagna basata su proposte concrete e rispetto reciproco».

La campagna terminerà il 29 gennaio, tre giorni prima del 2 febbraio, giornata del voto. Chicas insistito sul fatto che la campagna veda «proposte reali per la soluzione dei problemi nazionali». I tre principali candidati alla presidenza dovranno accelerare le loro campagne, dato che i sondaggi pubblicati negli ultimi mesi indicano che nessuno di loro ha il favore del 50 per cento tra gli elettori, percentuale necessaria per evitare il ballottaggio. Alcuni sondaggi danno in vantaggio il Vice Presidente Salvador Sanchez Ceran, candidato del Fmln, ed esponente del governo di sinistra, mentre altri Norman Quijano di area destra. Al terzo posto è l’ex presidente Elias Antonio Saca, il candidato della coalizione unitaria di tre partiti di minoranza di destra. Tutti e tre i candidati hanno fatto diversi viaggi negli Stati Uniti in cerca dei voti degli emigrati salvadoregni, che in queste elezioni presidenziali potranno votare dall’estero per corrispondenza. Il vincitore delle elezioni presidenziali succederà a Mauricio Funes per il periodo 2014-2019; il corpo elettorale salvadoregno conta 4.960.000 elettori.