Non ci sono soldati egiziani in Yemen

44

EGITTO – Il Cairo 19/04/2015. Il presidente egiziano Abdel-Fattah al-Sisi, ha detto in un discorso pubblico il 17 aprile che il suo paese sta partecipando solo con forze aeree e navali all’offensiva militare saudita guidata contro lo Yemen.

Poco dopo la smentita del Ministero della Difesa, il presidente ha negato le notizie apparse sulla stampa secondo cui l’Egitto aveva inviato truppe di terra per combattere nell’operazione Decisive Storm contro gli houthi e le forze fedeli all’ex presidente Saleh. Al-Sisi e il ministro della Difesa saudita, Mohamed bin Salman, hanno tenuto una riunione il 16 aprile e hanno annunciato la partecipazione di forze di terra egiziane nelle manovre militari che avranno luogo nel territorio del regno saudita, fatto che ha scatenato le speculazioni su una possibile operazione di terra in Yemen.
In un discorso, tenuto in una accademia militare, di elogio per due cadetti uccisi in un attacco nella parte orientale della città di Kafr al-Sheikh il 15 aprile, Al-Sisi ha definito vigliacchi quanti hanno rivendicato gli attacchi terroristici. Nonostante i cambiamenti nel ministero degli Interni, nell’intelligence, e nei comandi di esercito e marina, le azioni degli islamisti avvengono più spesso e sono sempre più efficaci.