Egitto: Fratelli Musulmani in ISIS

56

EGITTO – Il Cairo. 08/02/15. Un comunicato del ministero dell’Interno dice che detenuti che appartengono alla Fratellanza Musulmana, avevano in casa la bandiera dello Stato Islamico.

Il Ministero degli Interni ha arrestato 16 “terroristi” in 3 diverse province, in possesso delle Bandiere di organizzare “Daash”, ha ammesso alcune di queste persone stavano pianificando le operazioni durante la celebrazione della ricorrenza della rivoluzione 25 gennaio. In una dichiarazione di oggi, il ministero ha detto che erano state «arrestate un diverso numero di cellule terroristiche in tre province 16 persone, facenti capo a un’organizzazione affiliata di ISIS in possesso di una grande quantità di armi, esplosivi, bombe, e bandiere». E ha aggiunto: «A Giza (ovest della capitale), sono stati arrestati quattro accusati membri dell’organizzazione terroristica Fratelli Musulmani, cellula terroristica che stava fabbricando IED da utilizzare durante i cortei e manifestazioni per la ricorrenza del 25 gennaio contro la polizia». Il comunicato prosegue: «Gli imputati possedevano quantità rilevanti di di materiali esplosivi e infiammabili, e una serie di striscioni e bandiere per l’organizzazione Da’ash (ISIS)». La dichiarazione ha sottolineato che «in Dakahlia (Delta del Nilo / Nord), sono stati indagate 10 persone, che avevano pistole, fucili individuali (a piccole sfere di metallo)». Anche in questo caso stavano fabbricando in un laboratorio artigianale delle bombe.
I sospetti hanno confessato di essere membri della Fratellanza e stavano preparando attentati per la ricorrenza della rivoluzione del 25 gennaio. Secondo la dichiarazione delle forze di sicurezza, due membri dei Fratelli musulmani sono accusati dell’omicidio del caporale di polizia».