Sisi: pronto alle dimissioni

101

EGITTO – Il Cairo. 09/02/15. Secondo la testata arabi.21, Abdel Fattah al-Sisi darà le dimissioni: «Quando un milione di persone scenderanno in strada contro di me, allora lascerò il potere».

La dichiarazione sarebbe stata rilasciata al “Der Spiegel”, giornale tedesco che domenica ha pubblicato la notizia sul suo sito web. Sisi dal suo palazzo presidenziale al Cairo ha detto: «Che non continuerà a governare contro la volontà del popolo, mai.» In risposta ad una domanda su chi è il più grande minaccia per l’Egitto se: Da’ash o i Fratelli Musulmani, Sisi ha detto sono due diverse ideologie entrambe pericolose ma le radici del terrore risalgono ai Fratelli Musulmani. Il governo britannico ha condotto approfondite indagini al riguardo nel corso del 2014 e ha concluso che il fine del gruppo dei Fratelli Musulmani non è terrorista, indiscrezioni vicino al Foreign Office britannico.
Un commento anche sugli Usa e sul presidente Barack Obama per formare una coalizione internazionale per combattere contro «l’organizzazione dello Stato Islamico» (Da’ash), con la partecipazione dell’Egitto. Sisi ha detto: «Siamo partner in questa guerra, ma noi siamo qui in Egitto. Abbiamo iniziato la nostra guerra prima della formazione di questa alleanza un anno e mezzo fa». Ha continuato Sisi: «Nel caso del nostro fallimento nella guerra al terrorismo, l’intera regione sarà testimone dei disordini nel corso dei prossimi 50 anni. Quindi, l’Europa sarà minacciata con l’esposizione agli attacchi condotti dagli estremisti. Questo è quello che ho detto, al momento ai miei amici europei».