Egitto. Mahlab prova a fare il premier

39

EGITTO – Il Cairo, 25/02/2014. L’uscente ministro dell’Edilizia egiziano, Ibrahim Mahlab, tenterà di formare un nuovo governo, secondo il quotidiano Al Ahram.

La scelta di Mahlab lascia intendere, per i media egiziani, che il generale Abdul Fattah Al Sissi si dovrebbe candidare alla presidenza, dopo aver lasciato il ministero della Difesa occupato nel precedente gabinetto. Mahlab è un ingegnere civile che è stato in precedenza a capo di una delle più grandi imprese di costruzioni in Egitto. È stato anche un funzionario del Partito nazionale democratico, quello del presidente deposto Hosni Mubarak. Parlando ad Al Ahram, dopo l’incontro con il presidente ad interim Adly Mansour, Mahlab ha detto che avrebbe cominciato subito le consultazioni peer la nomina di un nuovo governo. Il governo Beblawi si è dimesso il 24 febbraio; era entrato in carica nel mese di luglio 2013 dopo che l’esercito aveva deposto Morsi. Il mandato di Beblawi è stato caratterizzato dal caos della gestione delle rivolte contro o a favore della Fratellanza musulmana dai miliardi di dollari in aiuti dai paesi del Golfo ostili alla Fratellanza e dalla mancata riforma di un’economia gravata da massicci sussidi statali. Oltre a essere presidente e amministratore delegato dell’Arab Contractors Company, Mahlab ha lavorato anche in Arabia Saudita, secondo il curriculum vitae distribuito dal ministero dell’Edilizia. Passa per essere un uomo molto pratico, freddo nell’analisi dei problemi del paese e determinato a portare avanti le riforme che dovrebbero essere prese per migliorare l’economia.