La Libia dona 2 miliardi di dollari all’Egitto

40

LIBIA – Tripoli. La Libia e l’Egitto ai tempi di Muammar Gheddafi e Hosni Mubarak erano amici insieme hanno dato vita al gasdotto dalla Libia verso l’Egitto.

Rapporto che sembrava interrotto con l’arrivo delle rivoluzioni in Libia e in Egitto, invece,  i nuovi governanti dei due Paesi nord africani hanno deciso di portare avanti il ​​programma di integrazione economica iniziata alla fine del 1990. E per dare seguito a questi accordi, Il mese scorso, il governo della Libia ha autorizzato il trasferimento di 2 miliardi di dollari al tesoro egiziano. Secondo un funzionario libico, il trasferimento, considerato dai media nord africani come “troppo elevato” è un “investimento a lungo termine”, progettato per “rafforzare le relazioni”. A riferirlo il Financial Times. L’elemento che lascia perplessi gli analisti finanziari è che la Libia non ha posto, nei confronti degli egiziani clausole e termini di restituzione dei pagamenti. Come a dire che è un finanziamento a fondo perduto. I rumors dicono che il regalo libico all’Egitto serva per attirare manodopera a basso costo per ricostruire le infrastrutture. L’altro è che i libici abbiamo versato una sorta di “pagamento” in cambio l’estradizione di un certo numero di ex funzionari di Gheddafi e familiari attualmente residenti in città egiziane.