EGITTO. La Lega Araba fa pressioni per portare Assad al tavolo dei negoziati

32

di Lucia Giannini EGITTO- Il Cairo 22712/2016. I ministri degli Esteri Arabi, nel corso della loro riunione d’emergenza del Consiglio della Lega Araba sulla Siria, hanno affermato che il protrarsi della tragica situazione in Siria rappresenta una minaccia alla sicurezza e alla stabilità  araba e globale, ed hanno sottolineato la necessità di imporre la ferma pressione sul regime siriano affinché ottemperi alla volontà della comunità internazionale sancita dalle risoluzioni delle Nazioni Unite. Il ministro degli Affari Esteri saudita, riporta un comunicato dell’ambasciata del Regno saudita in Italia, Adel Al-Jubeir, nella sua prolusione prima della riunione presso la sede della Lega Araba, ha espresso la dura condanna del Regno per tutti gli atti terroristici che hanno avuto luogo nei Paesi arabi, sottolineando che al regime siriano va attribuita la responsabilità per la tragedia in Siria. Jubeir ha affermato: «È stato il regime siriano a rifiutarsi di prendere parte a qualsiasi serio negoziato, proseguendo con massacri del suo popolo e portando organizzazioni terroristiche e milizie settarie all’interno della Siria, compresa la Guardia Rivoluzionaria Iraniana». Il ministro Jubeir ha pertanto esortato affinché venga esercitata massima pressione sul regime siriano per addivenire ad una soluzione politica.