Renzi: Egitto partner strategico per l’Italia

46

EGITTO – Il Cairo. 21/11/2014. Al Cairo alla fine di questo mese si terranno dei colloqui economici tra l’Egitto e l’Italia. A darne notizia la Camera di Commercio egiziana, riferendo che i settori coinvolti saranno numerosi e diverse le aree commerciali e industriali, con la partecipazione di un certo numero di funzionari, uomini d’affari dei due Paesi. Una fonte ha detto che il nuovo round di negoziati economici con l’Italia sarà lanciato il 27 novembre, per discutere di nuove opportunità di investimento tra i due paesi, in particolare il mercato egiziano, in diversi settori tra i più importanti, elettricità, energia, petrolio e il turismo.

La fonte ha sottolineato che il governo egiziano organizzerà un seminario dal titolo “Sfide e opportunità per le energie rinnovabili in Egitto”, e gli investitori italiani e locali, alla presenza dei ministri di energia elettrica e Egiziani rinnovabili e petrolio, presenti: il vice ministro dello Sviluppo Economico Italiano Claudio de Vincenti, il capo della missione dell’Unione europea al Cairo, James Moran, l’ambasciatore italiano al Cairo, Maurizio Massari. Secondo la Camera di Commercio Italiana ai colloqui e alle tavole rotonde parteciperanno un gran numero di capi di compagnie petrolifere ed energetiche interessate all’Egitto, insieme alla presenza di alti uomini d’affari egiziani. Gli italiani, sottolineando che un gran numero di ambasciatori di paesi stranieri in Egitto parteciperà ai seminari perché sono alla ricerca di opportunità di investimento nel mercato locale. È prevista la visita presidente egiziano Abdel Fattah al-Sisi in Italia alla fine del mese di novembre per aumentare le reciproche relazioni tra i due paesi.

Il volume esistente degli investimenti nel mercato egiziano, tra cui più di due miliardi di dollari, si sviluppa su una serie di settori finanziario, del turismo e dell’energia, con un numero totale di 879 aziende per, oltre alla licenza concessa alla società Edison italiana che opera nel settore del petrolio e del gas ad Abu Qir e il valore stimato di 1,4 miliardi di euro. Egli ha sottolineato il primo ministro d’Italia, Matteo Renzi, durante la sua visita al Cairo, il primo lo scorso agosto, che l’Egitto è un partner strategico per il suo paese nella regione, sottolineando la determinazione d’Italia a rafforzare le aree di cooperazione e aumentare gli investimenti nel mercato egiziano, che conferma la partecipazione di Roma nella prossima conferenza partner per lo sviluppo in Egitto. rivela un altro dei rapporti Banca centrale d’Egitto lo scorso settembre, il terzo partner commerciale in Italia di Egitto, dopo gli Emirati Arabi Uniti e gli Stati Uniti, dove si registra un commercio nei primi nove mesi dello scorso anno fiscale 2013/2014 circa 4,3 miliardi contro 3,6 miliardi dollari nello stesso periodo del precedente esercizio.