Il Cairo: già pronti i fondi per la ricostriuzione

37

EGITTO – Il Cairo. 22/08/13. E mentre il mondo osserva con preoccupazione ciò che sta succedendo in Egitto. Con interpretazioni diverse sul perché si è arrivati alla guerra civile. Il Ministro per gli investimenti, Osama Saleh, dopo le accuse all’Egitto di ricevere da parte di stati stranieri soldi per la guerra ha negato che stiano arrivando investimenti stranieri o nazionali durante gli ultimi giorni spiegando anche che le voci sui finanziamenti a 5 aziende dell’Egitto non sono corrette.

Ha spiegato che alcune aziende hanno adottato una misura precauzionale, chiudere i suoi uffici e di garantire così la sicurezza dei propri dipendenti a causa delle condizioni di sicurezza vissute dal paese.
Quotidiano Al-Ahram aveva in precedenza citato il ministro affermando che il suo dicastero continuava ad accettare fondi, il minstro da parte sua ha riferito che gli investimenti sono però lontano dalla politica e della volatilità.
Il Ministro ha detto che sarà presentato a breve un elenco di progetti per il settore pubblico, privato e il sistema di collaborazione, sottolineando che lo Stato si farà carico di un pesante fardello nel prossimo periodo per iniettare nel sistema-Paese nuovi investimenti, in particolare nel campo delle infrastrutture.
Ha detto che le consultazioni sono in corso con alcuni paesi arabi e gli investitori provenienti da paesi asiatici per iniettare nuovi investimenti in Egitto.
Ha aggiunto che il ministero sta continuando ad attuare programmi di licenze temporanee che saranno concesse agli investitori delle società di investimento per poter velocizzare l’inizio delle attività delle imprese senza attendere il completamento delle procedure e i termini di tempo.
Egli ha detto che il settore delle infrastrutture riceverà molta attenzione nel prossimo periodo per lavorare sullo sviluppo e iniettare nuovi investimenti per attivare e migliorare le sue prestazioni. Inoltre il Ministro ha detto che ci sono in vista delle privatizzazioni di aziende ma il piano dipende dallo sviluppo e modernizzazione.