Egitto: giurano i nuovi ministri

47

EGITTO – Il Cairo. I nuovi ministri del governo egiziano, nominati dopo il recente rimpasto, hanno giurato il 6 gennaio, davanti al presidente Mohamed Morsi.

Tra i 10 nuovi ministri vi sono il ministro dell’Interno Mohamed Ibrahim, già “assistente” del suo predecessore, il ministro delle finanze Al-Morsi al-Sayed Hegazi, professore di economia presso l’Università di Alessandria, secondo l’agenzia Mena.

Il gabinetto del primo ministro Hesham Qandil è composto di 35 ministri. Ad Hatem Abdel-Latif viene assegnato il ministero dei Trasporti dopo che Mohamed Rashad el-Matini si è dimesso a seguito di un incidente ferroviario che ha ucciso più di 50 bambini a novembre 2012.

La nuova compagine comprende anche Omar Mohamed Salem, ministro di Stato per gli Affari legali e parlamentari, e Atef Helmi ministro della Comunicazione e delle tecnologie dell’informazione.

In un discorso alla fine di dicembre 2012, il presidente Morsi aveva annunciato un rimpasto con lo scopo di rendere il governo maggiormente in grado di far fronte alle sfide politiche, sociali ed economiche del Paese.

I ministri delle finanze e dei trasporti sono membri del partito della Giustizia e Libertà, che fa riferimento ai Fratelli Musulmani.

Imam Ahmed è il nuovo ministro dell’Energia elettrica. Imam Ahmed è a capo della Società di produzione di energia elettrica del Cairo; a lui era stato affidato il compito di gestire una grave carenza di potenza elettrica nell’estate2012. Il quarto membro della Fratellanza nel nuovo gabinetto è Mohamed Ali Bishr, un professore di ingegneria presso l’Università di El-Monoufia. Prende il posto di Ahmed Zaki Abdeen come ministro dello sviluppo locale.

Wael al-Maaddawi, invece, diventa ministro dell’aviazione civile e Khaled Mohamed Fahmi ministro di Stato per gli Affari ambientali. Morsi incontrerà a breve tutto il governo per discutere la grave situazione e del Paese.

 

Qui di seguito l’elenco completo dei 35 membri del governo

 

Primo Ministro: Hesham Qandil

 

Ministro dell’Ambiente: Khaled Mohamed Fahmi

 

Ministro per l’Immigrazione e il lavoro: Khaled Mahmoud al-Azhari

 

Ministro per Dotazioni: Mohamed Salem

 

Ministro dell’Istruzione superiore: Mostafa Mossad

 

Ministro dell’Istruzione: Ibrahim Ghoneim

 

Ministro dell’Interno: Mohamed Ibrahim

 

Ministro per l’Aviazione civile: Wael al-Maaddawi

 

Ministro dello Sport: Al-Amri Farouk

 

Ministro della Pianificazione e Cooperazione Internazionale: Ashraf al-Arabi

 

Ministro degli Affari parlamentari: Omar Mohamed Salem

 

Ministro della Salute: Mostafa Mohamed Hamed

 

Ministro delle risorse petrolifere e minerarie: Osama Kamal

 

Ministro degli Esteri: Mohamed Kamel Amr

 

Ministro delle Finanze: Al-Morsi al-Sayed Hegazi

 

Ministro della Produzione militare: Ali Sabri

 

Ministro delle Assicurazioni e degli Affari sociali: Nagwa Khalil

 

Ministro delle Antichità: Mohamed Ibrahim Ali

 

Ministro della Ricerca scientifica: Nadia Zakhari

 

Ministro della Difesa: Abdel-Fattah al-Sisi

 

Ministro delle Tecnologie informatiche e di Comunicazione: Atef Helmi

 

Ministro della Cultura: Mohamed Saber

 

Ministro dello Sviluppo locale: Mohamed Ali Bishr

 

Ministro dell’Acqua potabile e Servizi igienico-sanitari: Abdel-Qawi Khlaifa

 

Ministro per gli Investimenti: Osama Saleh

 

Ministro dell’Elettricità e dell’Energia: Imam Ahmed

 

Ministro del Turismo: Hesham Zazou

 

Ministro dell’Agricoltura e Bonifica: Salah Abdel-Mo’men

 

Ministro dei trasporti: Hatem Abdel-Latif

 

Ministro delle Risorse idriche e irrigazione: Mohamed Bahaa Eddin

 

Ministro dell’Edilizia e delle Nuove Comunità: Tarek Wafik

 

Ministro delle forniture: Basem Kamal

 

Ministro dell’Industria e del Commercio estero: Hatem Saleh

 

Ministro della Giustizia: Ahmed Mekki

 

Ministro della Gioventù: Osama Yassin.