Graziati i giornalisti di al Jazeera

8

EGITTO – Il Cairo 23/09(2015. Il presidente egiziano Abdel Fattah al-Sissi ha graziato il 23 settembre, i due giornalisti di Al Jazeera, il canadese Mohamed Fahmy e l’egiziano Mohamed Baher condannati a tre anni di carcere per «diffusione di informazioni false e favoreggiamento dei Fratelli Musulmani», considerata un’organizzazione terroristica in Egitto.

Contro ogni previsione, il capo dello stato egiziano, Sissi ha graziato i due giornalisti del canale del Qatar Al Jazeeraha detto il portavoce della Presidenza egiziana. Mohamed Fahmy era stato accusato con i suoi altri due colleghi, l’australiano Peter Greste e l’egiziano Baher Mohamed, di aver aiutato la Fratellanza Musulmana, riporta Afrik.com. I tre giornalisti del canale qatarino erano stati tutti condannati a tre anni di carcere da un tribunale egiziano il 29 agosto scorso. Quel giorno, Fahmy e Baher erano presenti in tribunale, mentre l’australiano Peter Greste era stato processato in contumacia in quanto rilasciato e poi espulso il 1 febbraio. Il canale del Qatar aveva definito oltraggiosa la sentenza e l’aveva considerata un attacco alla libertà di stampa; simili giudizi erano registrati in ambito internazionale; molte ong di difesa dei diritti umani avevano denunciato il processo politico e una giustizia di parte, al servizio del potere.