Il Cairo: esplose altre due bombe

34

EGITTO – Il cairo. 30/06/14. Ancora esplosioni nel cuore dell’Egitto, questa volta davanti al palazzo presidenziale a Il Cairo. Due le esplosioni in cui sono morte due persone (un colonnello e unagente) e sei sono rimaste ferite. A quanto pare l’avvicinarsi dellanniversario della caduta di Mohamed Morsi, gli attacchi contro i simboli di incremento di potenza.

Una terza bomba è stata trovata in un giardino adiacente al palazzo presidenziale e potrebbe essere disinnescata.

Questi attacchi si verificano il giorno della ricorrenza dei primi eventi che hanno portato alla destituzione del presidente Mohamed Morsi islamista che era stato democraticamente eletto.
Mentre la sanguinosa repressione contro i Fratelli musulmani e sostenitori di Mohamed Morsi continua sotto il nuovo presidente Abdel Fattah al-Sisi, gli attacchi sono in aumento contro le forze di sicurezza ei simboli dello Stato egiziano.
Sabato, quattro agenti di polizia sono stati uccisi nel nord della penisola egiziana del Sinai, durante un attacco probabilmente effettuato da estremisti islamici.
«Il takfiri (estremisti) hanno costretto il piccolo camion in cui erano a fermarsi dopo aver fatto scendere i militari li hanno uccisi» ha detto una fonte della polizia. Gli aggressori poi sono fuggiti nel deserto su una 4×4. Lo stesso giorno, due persone sono state uccise nell’esplosione di due bombe nel sobborgo del Il Cairo.
Il Cairo era già stato colpito Mercoledì da sei esplosioni di bassa potenza nelle stazioni della metropolitana, che avevano fatto sei feriti. Secondo il governo, più di 500 poliziotti e soldati sono stati uccisi in attacchi multipli in quanto c’è stato l’impeachment del presidente Morsi. Praticamente tutti sono stati rivendicato da due gruppi di ribelli chiamati jihadisti legati ad Al Qaeda. Il governo continua ad attribuire questi attacchi alla organizzazione dei Fratelli Musulmani dichiarata fuori legge e  “terrorista”.

Lire l’article sur Jeuneafrique.com : Égypte | Égypte : le palais présidentiel visé par plusieurs attentats à la bombe | Jeuneafrique.com – le premier site d’information et d’actualité sur l’Afrique
Follow us: @jeune_afrique on Twitter | jeuneafrique1 on Facebook