Il Cairo. La musica del coprifuoco

99

EGITTO – Il Cairo 04/09/2013. Per la musicista Hindie il suo gruppo, il coprifuoco notturno al Cairo si è trasformato in un’opportunità per una jam session fino all’alba.

Dalle 23 alle 06 del mattino, Hindi e il suo gruppo anno suonato una jamm di musica tradizionale per tutta la notte. Il coprifuoco è in vigore in Egitto dal 14 agosto, e da allora è stato gradualmente ridotto. Nel centro culturale Makan del Cairo, Hindi e il suo gruppo hanno suonato tutta la notte, all’interno del progetto chiamato ” la musica del coprifuoco” . Questo progetto è nato dal «sentimento dei musicisti che di solito lavorano di notte e che hanno ritenuto che il coprifuoco avesse colpito la cosa che piaceva di più: la notte», dice Ahmed el- Maghraby, patron del Makan «Così abbiamo deciso di approfittarne (…) Non appena scatta il coprifuoco, ascoltiamo la nostra musica per ore prima di chiudere il Makan alla fine del coprifuoco». Anche l’arredamento interno del Makan emana vibrazioni tradizionali arabe con le sue mura tinte in giallo, rosso e la moquette e le sedie in legno rosso e nero. Una scala in legno conduce a una piccola stanza piena di vecchi strumenti, ed Hindi esegue una canzone potente davanti ad una piccola ma entusiasta folla. Dietro di lei tre musiciste suonano i tradizionali tamburi arabi, mentre sette uomini, tra cui un chitarrista, un sassofonista e i tradizionali suonatori di flauto egiziani completano l’insieme. Dopo tre ore di musica non-stop, al pubblico viene offerto falafel e fagioli, nel corso di una breve pausa, prima che i musicisti salgano di nuovo sul palco. Le maratona si svolge in tre parti. Dopo le 3, viene proiettato un film su una parete del locale e dalle 06 il pubblico sciama fuori dal centro e nelle strade rumorose città brulicante di persone nel paese più popoloso del mondo arabo .