Cambio al vertice della Banca Centrale d’Egitto

156

EGITTO – Il Cairo 22/10/2015. Il presidente egiziano Abdel-Fattah al-Sisi ha nominato il 21 ottobre Tarek Amer nuovo governatore della Banca centrale, dopo una montante ondata di insoddisfazione per la svalutazione della lira egiziana e il calo delle riserve valutarie.

Nel comunicato della presidenza egiziana, ripreso dalla televisione di stato, si dice che Amer è stato nominato in seguito alle dimissioni dell’ex capo della Banca Centrale, Hisham Ramez, in coincidenza con la fine del suo mandato il 26 novembre. Amer, ex amministratore delegato della più grande banca statale egiziana, la National Bank of Egypt, sarà il nuovo governatore della banca per i prossimi quattro anni, a partire dal 27 novembre. In passato, Amer ha ricoperto le cariche di vice governatore della Banca centrale e vice presidente dell’Arab International Bank. Il governatore uscente Ramez è stato nominato nel febbraio 2013 in sostituzione dell’ex governatore, Farouk el-Oqda, che era rimasto a capo della banca per un decennio. La Banca centrale ha svalutato la lira egiziana due volte nella settimana scorsa, passando da 7.73 a 7.93 per stare al passo col dollaro statunitense. Le riserve in valuta estera, nel frattempo, sono diminuite a fine settembre a 16 miliardi e 300 milioni di dollari, una cifra molto bassa rispetto ai circa 36 miliardi precedenti la rivoluzione egiziana del gennaio 2011.