Desaparecidos d’Egitto

7

EGITTO – Il Cairo 27/12/2015. La Commissione egiziana per i diritti e delle libertà (Ecrf) ha registrato 340 casi di sparizione forzata in Egitto in soli due mesi.

Il quotidiano Almesryoon.com segnala una media giornaliera di tre casi di sparizione.
In uno studio pubblicato il 22 dicembre, Ecrf afferma che i servizi di sicurezza egiziani, tra cui il Servizio di sicurezza nazionale del ministero degli Interni, sono coinvolti nel rapimento di cittadini, della loro prigionia in carceri segrete in diversi governatorati egiziani.
Le vittime sono state torturate per estorcere confessioni e informazioni riguardanti possibili sospetti di terrorismo o organizzatori delle proteste che hanno infiammato le piazze egiziane. Ecrf accusa le autorità egiziane di concedere agli agenti la possibilità di torturare le persone senza responsabilità o rischio di un’azione penale. Ecrf chiede che i responsabili delle torture ne rispondano ufficialmente; l’organizzazione ha poi lanciato un appello affinché l’Egitto aderisca alla normativa internazionale in materia.