Ajnad Misr minaccia l’Egitto

57

EGITTO – Il Cairo 19/04/2014. Un nuovo gruppo jihadista egiziano, Ajnad Misr (I soldati d’Egitto), ha rivendicato otto attacchi dal 20 novembre 2013 e minaccia di commettere altri, in un video postato su Twitter il 17 aprile.

Si tratta di un un gruppo jihadista finora poco conosciuto, il messaggio è stato postato sul suo account Twitter. Ajnad Misr si vuole porre come il difensore dei manifestanti islamisti oppressi da parte della polizia. Le ultime manifestazioni islamiste pro- Morsi sono state severamente represse dalle forze dell’ordine egiziane. Nel video di sente la voce narrante che afferma: «Abbiamo visto immagini di pie donne molestate dalla polizia (…) le madri di coloro che sono stati uccisi o imprigionati presto saranno contente»,
Già in una dichiarazione rilasciata il 23 gennaio, il gruppo aveva annunciato una campagna contro gli elementi «criminali» del governo egiziano. Il gruppo gestisce pagine facebook e account Twitter, su cui ha rivendicato la responsabilità per alcuni attacchi al Cairo contro le forze di sicurezza.
Bayt al Maqdis Ansar siera attribuito in origine la paternità degli attentati del 24 gennaio, in seguito ha però ammesso che Ajnad Misr aveva compiuto alcuni degli attentati. Si tratterebbe di gruppi che operano nella stessa area. Nella rivendicazione di Ansar, Ajnad Misr è stato definto «nostri fratelli».
Questo nuovo gruppo non intende colpire obiettivi civili quanto piuttosto le forze di sicurezza egiziane. Dopo una serie di attentati di”prova” come li hanno definiti loro stessi, le azioni del 24 gennaio li hanno posti all’attenzione della galassia jihadista, tanto che nel 2014 l’Ibn Taymiyyah Media Center e Al Battar Media Foundation hanno iniziato a “promuoverne” le azioni.