Control Risks valuterà gli aeroporti egiziani

17

EGITTO – Il Cairo 22/12/2012. L’Egitto ha dato mandato alla società di consulenza Control Risks per analizzare el criticità dei suoi aeroporti dopo l’attentato in Sinai.

L’Egitto aveva annunciato di non aver trovato alcuna prova legata al terrorismo legata all’episodio di ottobre 2015, ma la Russia ha smentito il Cairo, dicendo che il jet russo era stato abbattuto dall’esplosione id una bomba. Lo stesso Stato islamico ha poi rivendicato la responsabilità e ha detto di aver contrabbandato una bomba a bordo nascosta in una lattina di una bevanda analcolica. L’incidente nella penisola del Sinai ha colpito il settore del turismo in Egitto, con alcune compagnie aeree che hanno sospeso i voli per Sharm el Sheikh, in attesa di maggiori e migliori garanzie di sicurezza. La revisione della sicurezza, come annunciato in conferenza stampa dal ministro del Turismo Hisham Zaazou, il ministro dell’Aviazione civile Hossam Kamal e dall’ad regionale di Control Risks, Andreas Carleton-Smith, ha lo scopo di ripristinare la fiducia e rilanciare il turismo, volano economico per un esito privo di valuta estera. Zaazou ha poi aggiunto che Control Risks avrebbe cominciato con le valutazioni di sicurezza del Cairo e di Sharm el Sheikh, che gestiscono un alto numero di viaggiatori stranieri, ma che sarebbe stato necessario anche rivedere la sicurezza in altri aeroporti egiziani. Il disastro è costato Egitto circa 2,2 miliardi di sterline egiziane (189 milioni di sterline britanniche) al mese in perdite dirette e Zaazou ha ammesso che le entrate del turismo per il 2015 registreranno una perdita del 10 per cento rispetto al 2014. L’Egitto stava per lanciare una nuova campagna di marketing turistico, quando è avvenuto l’attentarto che ha coinvolto l’aereo russo. La nuova campagna promozionale verrà biondi lanciata nella seconda metà di gennaio. Control Risks ha operato in Medio Oriente e Nord Africa per 15 anni e ha uffici negli Emirati Arabi Uniti, Arabia Saudita e Iraq; i risultati dei controlli della società londinese nei primi due aeroporti dovrebbero essere rese pubbliche tra tre messi al massimo, ha annunciato la società londinese.