Ecuador danni pari al 3% del PIL

66

ECUADOR – Quito 21/04/2016. Il numero di morti confermati per il terremoto di magnitudo 7,8 sulla costa pacifica dell’Ecuador è di oltre 440, secondo i dati diffusi dal ministro della Difesa Ricardo Patiño.

Più di 4.000 altre persone sono rimaste ferite e 231 individui sono i dispersi. Patiño ha poi aggiunto che le forniture di acqua, cibo e altre necessità erano in distribuzione nelle aree colpite con unità formate da 10 poliziotti ciascuna per garantire la sicurezza della distribuzione degli aiuti. Più di 650 specialisti sono arrivati ​​in Ecuador da vari paesi per rafforzare le squadre locali che stanno cercando tra le macerie i sopravvissuti e corpi. L’energia elettrica è stata ripristinata entro sessanta ore dal terremoto con l’eccezione di Manta, dove la presenza di linee elettriche interrate ha reso il processo molto più complicato. Sarebbero circa 20.000 le persone che hanno perso la casa. Il presidente Rafael Correa ha fatto una stima preliminare dei danni fissandola a 3 miliardi di dollari, circa il 3 per cento del Pil.