Perù cresce e investe

61

PERU’ – Lima. 15/10/13. L’economia peruviana potenzierà di 15 miliardi di dollari i grandi progetti di investimento entro il 2014, ha detto Juan Jimenez, presidente del Consiglio dei Ministri del Perù.

Pertanto, egli ritiene importante unire gli sforzi per continuare sulla strada della crescita per generare trasformazione del Paese attraverso questo boom di investimenti. Nel corso del terzo incontro nazionale per lo sviluppo economico, l’alto funzionario del Perù ha invitato i tecnici dei gruppi politici a proporre azioni concrete sulla base dei cinque punti di consenso raggiunto dai leader dei partiti politici nel corso della prima fase del Dialogo Nazionale.

Tra le iniziative volute da Jimenez per sostenere la crescita e lo sviluppo del paese c’è la difesa del progresso economico, la promozione di investimenti pubblici e privati​​, con priorità per i grandi progetti nazionali e l’attuazione di meccanismi di partenariato pubblico-privato. Allo stesso modo, le altre misure delineate da Jimenez tendono a favorire lo sviluppo tecnologico e per colmare le lacune infrastrutturali del Paese.

Il Perù secondo le stime del governo chiuderà il quarto trimestre con una crescita del Pil del 6-6,5%. La notizia è stata diramata nei giorni scorsi dal ministero dell’Economia e della finanza che ha spiegato che la crescita è: «sostenuta da una forte domanda interna e un maggiore dinamismo dell’economia mondiale». E ancora a testimoniare il buon andamento economico peruviano i dati sugli investimenti esteri a Lima. La Banca Centrale, BCR, ha annunciato che gli investimenti privati ​​stranieri nel paese nel periodo tra il 2013-2015 sono passate da US 41,9 miliardi dollari nel mese di giugno a US 45,6 miliardi nel mese di settembre.