Oman: 15 miliardi per la ferrovia

91

OMAN – Muscat. 02/11/13. Un funzionario del governo dell’Oman ha riferito che il primo novembre il Sultanato dell’Oman ha avviato la costruzione della prima parte della rete ferroviaria che collega i sei Stati del Golfo e lo Yemen. Valore complessivo dell’opera 15 miliardi di dollari.

Secondo la Reuters, Said bin Salim, Vicedirettore Generale del Ministero dei Trasporti nel Sultanato dell’Oman la costruzione della ferrovia dovrebbe partire nel quarto trimestre del 2014.

Egli ha detto che la rete ferroviaria collegherà la città del deserto di Buraimi, adiacente agli Emirati Arabi Uniti, per i sei principali insediamenti nel Sultanato dell’Oman, tra cui la città industriale di Sohar per concludere il suo tragitto in Yemen legando così i paesi del il Consiglio di cooperazione del Golfo (CCG) con lo stato più povero del mondo arabo.
Il vicedirettore ha dichiarato: «la nostra visione di questo progetto è quello di aiutare il settore della logistica e del commercio, che ha un peso rilevante nel PIL dell’Oman, e che quindi intende collegare i porti dei Paesi del Consiglio di cooperazione del Golfo (CCG), come meglio possiamo».

L’Oman prevede l’utilizzo di modeste quantità di olio per affrontare sfide nel finanziamento del bilancio dello Stato, e fornire opportunità di lavoro per i suoi cittadini nei prossimi anni, la rete ferroviaria rappresenta una di queste sfide e dovrebbe essere pienamente operativa nel 2018.

È interessante notare che la ferrovia dovrebbe essere realizzata da una società di ingegneria italiana che ha già giocato un ruolo centrale nella progettazione iniziale del progetto, che potrebbe contribuire a diversificare l’economia dell’Oman dal petrolio attraverso l’aumento del commercio e dell’industria.