Stime ECLAC in ribasso per LATAM

62

BRASILE – Brasilia 08/03/2015. Il 2015 sarà un anno “difficile” che richiederà una “transizione” per l’America Latina.

Così si è espressa Alicia Barcena, segretario esecutivo della UN Economic Commission for Latin America and the Caribbean, o Eclac (a destra). La Eclac sta per abbassare le sue previsioni di crescita economica regionale per il 2015, ha detto Barcena. La commissione aveva stimato che l’economia della regione sarebbe cresciuta del 2,2 per cento nel 2015, ma le cifre dovranno essere riviste, ha detto Barcena in un’intervista concessa all’agenzia Efe a Brasilia, dove ha incontrato il
ministro degli Esteri brasiliano Mauro Vieira. «C’è un rallentamento economico globale», che in America Latina viene aggravato dal calo del prezzo del petrolio e di altre materie prime, principali esportazioni della regione. «I prezzi della soia potrebbero salire quest’anno« ha aggiunto il segretario Eclac, aggiungendo che «sarebbe una buona notizia solo per pochi paesi, tra i quali Argentina e Brasile, due dei principali produttori di soia». La prospettiva attuale «è fortemente connessa al contesto economico mondiale, che continua ad essere negativo, soprattutto a causa della “lenta ripresa” in Europa», ha detto Barcena. «L’Europa acquista il 30 per cento delle esportazioni mondiali e il suo recupero che si sta dimostrando molto lento, ha un impatto sulla tutti gli altri paesi», ha aggiunto.