Nel 2015, un vaccino per combattere ebola

43

GRAN BRETAGNA – Londra. 27/11/14. La Società farmaceutica britannica GlaxoSmithKline (GSK) ha annunciato il primo successo per lo sviluppo di vaccini per il trattamento del virus Ebola, fonte agenzia di stampa Interfax che ha citato la BBC. Il vaccino, su cui operano laboratori in Belgio e in Italia, hanno superato la prima fase dei test ed è risultato essere al sicuro.

I dati sono stati pubblicati dal National Institutes of Health (NH) negli  Stati Uniti d’America. La vaccinazione è stata provata su due dozzine di volontari e ha dimostrato che alte dosi del farmaco aumentano notevolmente le possibilità di recupero senza effetti collaterali. Il CEO di GSK Andrew Witty ha detto alla BBC, che la società prevede di ottenere un vaccino utilizzabile nella seconda metà del 2015. Nel frattempo, il (OMS), l’Organizzazione Mondiale per la Sanità ha riferito che il bilancio delle vittime del virus Ebola ha raggiunto 5690 persone, mentre sale a 16 mila inumerò delle persone infettate. L’Organizzazione ha osservato che il numero effettivo di decessi per la malattia può superare significativamente i dati pubblicati, l’OMS non può ottenere informazioni accurate e complete sulla diffusione del virus in Guinea, Liberia e Sierra Leone. Il Virus Ebola continua a diffondersi nel sud-est della Guinea, e le organizzazioni umanitarie mancano ancora le risorse, secondo “Medici Senza Frontiere” e la Croce Rossa francese. Come indicato nella organizzazione, anche se nella regione apre nuovi centri medici, sono completamente pieni di malati. «La situazione è attualmente valutata come stabile in Guinea; come crescita tendenziale stabile o in diminuzione del numero di casi in Liberia, ma con la possibilità di crescita del numero di casi in Sierra Leone», ha detto l’OMS. Il Virus Ebola, è stato scoperto nel 1976, ed è stato isolato nella regione del fiume Ebola in Zaire [ora – Repubblica Democratica del Congo]. Un nuovo focolaio di peste in Africa occidentale è iniziata nel mese di febbraio 2014. I sintomi iniziali assomigliano l’influenza. Il virus causa febbre emorragica, mal di testa e debolezza nello sviluppo di diarrea, nausea, problemi con i reni e il fegato. Alcuni pazienti esperienza interna ed esterna (dagli occhi e gengive) sanguinamento.