Fase 2 contro Ebola

41

SVIZZERA – Ginevra 30/01/2015. Questa settimana, il numero di nuovi casi di Ebola, registrato in Africa Occidentale, è sceso sotto 100 per la prima volta in sette mesi.

Lo ha annunciato l’Organizzazione Mondiale della Sanità dicendo che la lotta contro il virus mortale ha spostato il suo obiettivo: dal rallentamento della trasmissione alla fine dell’epidemia.
«Per raggiungere questo obiettivo il più rapidamente possibile, gli sforzi si sono spostati nel costruire rapidamente infrastrutture per garantire che si incrementata la capacità di accertamento dei casi, la loro gestione, siano garantite sepolture sicure, e che l’impegno della comunità venga utilizzato nel modo più efficace possibile», si legge nel comunicato del Oms che contiene i dati aggiornati fino al 25 gennaio 2015.
Secondo l’Oms, la risposta all’epidemia di Ebola è ora passata ad una seconda fase «da un rallentamento della trasmissione al termine della epidemia». L’agenzia afferra che «per la prima volta dal 29 giugno 2014 ci sono stati meno di 100 nuovi casi confermati riportati in una settimana, nei 3 paesi più colpiti (…) Un totale di 99 casi confermati sono stati segnalati dai 3 paesiI fino al 25 gennaio: 30 in Guinea, 4 in Liberia, e 65 in Sierra Leone (…) l’incidenza della malattia continua a scendere in Liberia e Sierra Leone (…) la Guinea ha segnalato 30 casi confermati al 25 gennaio, dai 20 confermati nella settimana precedente», si legge nel comunicato. Il numero di casi totali segnalati ha superato i 22mila con circa 8.800 decessi.