Nessun rischio Ebola per la Coppa d’Africa

47

GUINEA EQUATORIALE – Bata 16/01/2015. The African Football Confederation (Afc) il 16 gennaio ha espresso la fiducia che sono state prese misure adeguate dalla Guinea Equatoriale contro la diffusione del virus Ebola durante la Coppa d’Africa.

Più di 8.000 persone sono morte per l’epidemia in Africa occidentale, ma non ci sono stati casi segnalati in Guinea Equatoriale, paese ospite della Coppa delle Nazioni dopo il ritiro del Morocco su timori dell’Ebola. Sono stati espressi timori in particolare sulle città di Mongomo e Ebebiyin, le due città ospiteranno insieme a Bata e la capitale Malabo, già teatri nel 2012 quando la Guinea Equatoriale ha co-ospitato la Coppa delle Nazioni con il Gabon. Il piccolo stato dell’Africa centrale ha avuto appena due mesi per prepararsi dopo il rifiuto del Marocco e grande è stata la preoccupazione sull’adeguatezza delle strutture forniti proprio a Mongomo e Ebebiyin, città situate all’interno del paese. Il lavori sono iniziati il 13 e terminati il 25 dicembre per cui quattro siti sono ad un livello accettabile; otto campi di allenamento nelle quattro città ospitanti sono stati approvati dagli specialisti, mentre la sistemazione alloggiava è “soddisfacente”, nonostante le preoccupazioni del Ct del Congo Brazzaville, Claude Le Roy. C’è ancora incertezza sul lato multimediale ma la Afc si è impegnata a terminare i lavori in tempo.
La Coppa delle Nazioni inizia il 30, quando i padroni di casa affrontano il Congo Brazzaville e il Gabon incontra il Burkina Faso, partite del gruppo A, entrambe a Bata.