EAU. Inflazione bassa per il 2017

62

L’inflazione negli Emirati Arabi Uniti rimarrà bassa per tutto il 2017.

L’indice principale dei prezzi al consumo in media si attesterà del 1,8 per cento nel corso dell’anno, la media più bassa negli ultimi sei anni.

Secondo l’ultima analisi della Bmi Research ripresa da Arabian Business, l’impatto dei tagli ai sussidi effettuati durante il 2015 e il 2016 è probabile che svanisca, mentre la continua forza del dollaro – a cui è ancorato il dirham degli Emirati Arabi Uniti – e la modesta crescita economica si combinano per mantenere “molto bassa” l’inflazione.

L’inflazione dei prezzi del settore immobiliare è destinata a rimanere deflazionistica in linea con un rallentamento più ampio dell’economia regionale e un aumento significativo dell’attività edilizia previsto nel 2017, riporta la rivista.

L’inflazione dovrebbe essere superiore a Dubai rispetto ad Abu Dhabi, però, a causa del basso livello dei sussidi a Dubai.
Il segmento alimentare e quello abitativo saranno i principali motori dell’inflazione nel 2017.

La Banca centrale degli Emirati Arabi Uniti dovrebbe seguire le misure di inasprimento fiscale della Federal Reserve degli Stati Uniti proprio perché il dirham è ancorato al dollaro.

Per quanto riguarda i conti pubblici, il ritmo di risanamento di Abu Dhabi si prevede dovrebbe rallentare nel 2017, dopo i grandi tagli di spesa nel 2015-2016, secondo l’ultima analisi di Fitch Ratings.
L’agenzia di rating ha detto in una nota di ricerca che si aspetta un disavanzo pubblico del 5,9 per cento del Phil nel 2017, sulla base del prezzo medio del Brent a 45 dollari per barile, quasi invariato a partire dal 2016.

Il rating di Abu Dhabi è fissato ad ‘AA’ con outlook stabile, e per Fitch la spesa totale di Abu Dhabi potrebbe arrivare al 3 per cento nel 2017, dopo essersi contratta del 10,3 per cento nel 2016 e del 18,1 per cento in il 2015.
Gli obiettivi di fatturato non petroliferi sono stati ridimensionati e saranno ora incentrati in gran parte sui dividendi delle imprese connesse al settore statale e di governo.

Per Fitch, i ricavi da idrocarburi dell’emirato hanno la possibilità di superare le previsioni, riducendo l’urgenza di nuove misure politiche.

Antonio Albanese