Non oil EAU rallenta

11

EMIRATI ARABI UNITI – Dubai. 06/05/16. L’economia non oil del settore privato degli EAU rallenta ad aprile dopo il balzo in avanti di marzo. A rallentare l’indice economico la stagnazione dell’occupazione. È la seconda volta che i numeri del libro paga emiratino mostrano il segno meno dall suo primo vagito. Nel frattempo, le pressioni sui costi sono rimaste contenute e oneri hanno continuato a diminuire. Una maggiore concorrenza è il motore delle tariffe più basse. 

Il titolo destagionalizzato Emirates NBD UAE PMI ha registrato un 52,8 nel mese di aprile, in calo da marzo, titolo che per quattro mesi è rimasto a 54,5, molto alto. La domanda estera rimane relativamente contenuta, e le imprese sembrano essere riluttanti ad aumentare i dipendenti, nonostante la solida crescita dei nuovi ordini del mese scorso. Anche se rallentata l’economia del settore non oil riamne con segno più e in linea con la aspettative di crescita del PIL reale nel 2016. Se si vogliamo guardare i numeri da vicino, l’occupazione è rimasta invariata dopo 51 mesi consecutivi di creazione di occupazione. E in ogni caso sono in crescita ad aprile sia gli ordini di uscita che quelelli nuovi. Dunque è ben salda l’economia emiratina. A pesare sulla bilancia anche il calo dell’export. Sul fronte dei prezzi, il tasso di inflazione dei costi è rimasto in sordina nel mese di aprile. Relativamente alle pressioni sui bassi costi hanno consentito alle imprese di tagliare di nuovo le spese. L’ultima caduta è stata la sesta in altrettanti mesi. Ci sono state segnalazioni che una maggiore concorrenza ha portato le aziende a ridurre le loro tariffe. Fonte Arabian Business.