Duterte vola a Pechino

20

di Maddalena Ingroia FILIPPINE – Manila 09/10/2016. Le forze armate Filippine possono affrontare la scomparsa dell’aiuto Usa, uno dei suoi principali alleati militari. Lo ha detto il ministro della Difesa delle Filippine, riporta Efe: «Credo che possiamo vivere senza gli aiuti. Il nostro Congresso in realtà ci sta dando fondi adesso per l’acquisto di apparecchiature», ha detto Delfin Lorenzana che ha manifestato l’intenzione di recarsi in Cina e Russia per rafforzare i legami con i due Paesi.
Le relazioni bilaterali tra Manila e Washington si sono deteriorate dall’insediamento di Duterte a giugno e dall’inizio della campagna contro il traffico di droga, che ha causato circa 3700 morti, scatenando le critiche di Washington. Duterte aveva annunciato la scorsa settimana di voler porre fine alle regolari esercitazioni militari congiunte, minacciando modificare unilateralmente l’accordo, firmato nel 2014, che permette agli Stati Uniti di avere una maggiore presenza militare nella regione. Duterte dovrebbe recarsi a Pechino il 20 ottobre.