Dushanbe: chiude la casa editrice dell’Irpt

6

TAJIKISTAN – Dushanbe. La testata ”Asia Plus”  rende noto che le autorità taniche hanno chiuso temporaneamente le attività della casa editrice “Muattar” di proprietà del partito di opposizione  Rinascimento Islamico del Tagikistan perché gli stabili non sono corrispondenti alle norme sanitarie ed epidemiologiche.

Come menzionato nel sito irpt, la lettera con i francobolli del Ministero della Cultura, Commissione Tributaria, ufficio Tajikstandard e sanitaria ed epidemiologica Centro elenca una serie di inadempienze che sono diventati i motivi che hanno portato alla decisione della chiusura temporanea della casa editrice del partito. La lettera è pubblicata sul sito internet della irpt menziona il fatto che la ragione per la chiusura era che «i membri del personale della casa editrice non si sono sottoposti alla visita medica » e ancora che «i membri del personale della casa editrice non hanno un adeguato trattamento medico in materia alimentare». 

Nel frattempo, il partito ritiene che la chiusura della casa editrice di irpt – è l’attuazione del “programma anti-irpt” che è stato attuato nella repubblica l’ultimo evento di una serie negli ultimi tempi.

La casa editrice si trova nella sede della irpt, all’indirizzo 1 Borbad Street, utilizzato per emettere il giornale del partito “Najot” e la rivista “Safina e Umed”.