Gli iraniani investono a Dubai

72

EAU – Dubai. 07/04/15. Gli investitori iraniani hanno già iniziato a fare approcci sulla presa di possibili esposizioni nel settore immobiliare di Dubai, secondo fonti del mercato immobiliare locale. Gulf News.

«Nelle ultime 48 ore, abbiamo preso le chiamate da iraniani, che hanno sondato la possibilità sulle esposizioni in luoghi come il centro e per le proprietà mid-tier altrove nelle aree Freehold di Dubai», ha detto Juwaad Beg, CEO di Al Madina Al Raeda Real Estate, sviluppatore. «Questi sono sicuramente i primi giorni, ma se le sanzioni verranno tolte l’immobiliare di Dubai vedrà una crescita degli investimenti nell’immediato. Gli iraniani sarebbero interessati al flusso dei fondi negli Emirati Arabi Uniti. Anche se dovesse continuare la debolezza del rial iraniano nei confronti del dollaro non sarà un deterrente, ha spiegato Beg: «Questi investitori non si preoccupano … il loro problema è essere tagliati fuori per via delle sanzioni».
«Dal punto di vista di uno sviluppatore o agenti immobiliari, gli eventuali nuovi fondi che confluiscono nel mercato locale sarebbero una spinta enorme. Vista la volatilità degli ultimi tre mesi». Secondo gli esperti del mercato immobiliare gli rianimi sono molto interessati all’acquisto di beni negli EAU. Sono stati tra i primi investitori ad acquistare una volta che Dubai ha lanciato il suo programma di proprietà assoluta nella prima parte dello scorso decennio. Ma, più di recente, la loro presenza è stata abbastanza in sordina viste le sanzioni. Luglio darà la prima indicazione se la scia dell’ottimismo dei fonti immobiliari locali è fondata. In quella data infatti le sanzioni verso l’Iran dovrebbero essere alleggerite. «Se i fondi iraniani stanno per entrare sul mercato è improbabile che saranno messi fuori dai prezzi attualmente disponibili sul mercato locale», ha detto uno sviluppatore. «I valori di mercato a Dubai sono scesi in modo significativo dal 2014. Ci sono un cacci di proprietà che devono essere vendute».