DUBAI: Dirham la moneta dei depositi bancari

155

Che gli Emirati Arabi Uniti fossero la “Svizzera” del Golfo era oramai noto a molti, ma che riuscissero a far diventare il Dirham una moneta appetibile anche per gli investitori esteri non ci avevano creduto in molti, invece è proprio così. Secondo i dati della Banca Centrale UAE diramati alla fine di luglio i depositi in moneta locale aumentano e fanno felice i Paesi degli Emirati che così vedono implementare la loro immagine verso gli investitori esteri. Emirati che, come altri Paesi del Golfo, stanno guardando al dopo “petrol-dollari”. E diventare un attrattore di investimenti e quindi un polo finanziario nell’aerea del Golfo, è una delle iniziative per diversificare le entrate di Dubai.

Ed è proprio in questa ottica che la Banca Centrale degli Emirati ha diramato i dati sull’aumento sorprendente i depositi bancari presso la BC UAE in Dirham. Lo ha fato sapere con un  comunicato pubblicato sulla rivista Arabian Business e attraverso dichiarazioni all’agenzia di stampa WAM.

I depositi in Dirham, fa sapere la BCUAE, hanno raggiunto quasi 500 milioni di AED a luglio 2017. L’aumento è stato calcolato, negli ultimi cinque anni, intorno a 497,65 miliardi di AED.

Nei soli primi sette mesi del 2017 hanno registrato un aumento di 17,1 miliardi di AED nell’equilibrio in valuta locale, ed è il più alto livello dal 2013, ha dichiarato l’agenzia di stampa WAM, citando le cifre della Banca Centrale UAE.

Gli analisti di mercato hanno attribuito la crescita alla crescente fiducia degli investitori nella moneta locale rispetto ad altre valute, oltre al ritorno definito “decente” di interesse garantito per depositi a breve, medio e lungo termine, fonte WAM.

Il mese di maggio, dati alla mano, è stato quello che ha registrato l’attività più alta, registrando 10 miliardi di AED in depositi in valuta locale.

Mentre si è registrata, sempre dati alla mano, una diminuzione dei deposti nel mese di giugno scesi di 3,6 miliardi di AED arrivando a 490,5 miliardi di AED, prima di risalire  a luglio a 497,65 miliardi di AED. Rimangono stabili i depositi in valuta estera per un controvalore di 269,2 di AED, contro i 270 miliardi di AED entro la fine del 2016.

Graziella Giangiulio