DONETSK. La tregua è fallita. Colpa di Kiev

128

Il ministero degli Esteri tedesco ha annunciato il fallimento della tregua in Ucraina orientale, scattata il 24 giugno.

«Nelle parti in conflitto non c’è la volontà politica di rispettare il lungo periodo di cessate il fuoco», si legge nella dichiarazione del ministero. Il ministero degli Esteri tedesco ha detto che il cessate il fuoco concordato non viene mantenuto, ci sono numerosi casi di uso di armi da fuoco sulla linea di contatto, riporta Ria Novosti.

«Abbiamo già visto diversi tentativi di interrompere una tregua in tempi recenti, dal 24 giugno in connessione con la vendemmia Dopo un breve periodo di declino di guerra va notato. A quanto pare, però, questo lungo periodo di cessate il fuoco non è sufficiente per le due parti» prosegue il comunicato.

Secondo il Ministero degli Esteri di Berlino, «ogni giorno in Ucraina orientale, ci sono vittime di entrambe le parti in conflitto, così come tra la popolazione civile».

Nella dichiarazione, Berlino da notizia dei 14 morti e 13 feriti tra i soldati ucraini «negli ultimi giorni; sul versante delle Repubbliche del Donbass si ha un numero simile di vittime (…) Uno sforzo più intenso nel processo di negoziazione non ha senso se non c’è la volontà politica di attuare gli accordi, l’Ucraina orientale ha bisogno di trovare finalmente una chiara via per il mondo» prosegue il comunicato di Berlino.

La cosiddetta “tregua della carne” era stata concordata dal gruppo di contatto sull’Ucraina in un incontro a Minsk. Le parti avevano concordato le modalità della tregua nel Donbass dalla mezzanotte del 24 Giugno al 31 Agosto «lungo la linea di contatto».

Kiev e le Repubbliche popolari di Donetsk e Luhansk si accusano a vicenda di aver violato la tregua. Poco prima del comunicato del ministero della Difesa ucraino il 20 luglio, Kiev aveva annunciato la morte di nove militari in un giorno nel Donbas ed aveva annunciato la morte di quattro civili in una settimana il 21 luglio. Secondo il Comando Operativo del Donetsk dall’annuncio della tregua del 24 giugno nella regione del Donbass, sono rimaste uccise più di dieci persone; per Donetsk la colpa per il fallimento della tregua è da attribuire a Kiev.

Graziella Giangiulio