Donbass non vota per il presidente dell’Ucraina

45

UCRAINA – Donetsk. 19/05/14. La testata RBC.ru. ha battuto la notizia secondo cui «Gli attivisti separatisti della Repubblica di Donetsk hanno bloccato i preparativi ai seggi per le elezione presidenziali in Ucraina».

A riferirlo alla RBC il capo della “Milizia popolare di Donbass” Miroslav Rudenko. Secondo lui, la maggior parte dei seggi sono bloccati e i comitati non possono organizzare i preparativi per le elezioni presidenziali. «Le persone si organizzano e bloccano il lavoro di questi comitati, nel Donbass la maggior parte dei residenti non vuole che si svolgano le elezioni presidenziali, perché questa è una farsa, – ha sottolineato Rudenko -. Queste elezioni non possono esserci perché sono un vestigio di un altro Stato». La situazione è simile nella regione di Luhansk: gli attivisti di LC hanno riferito a RBC che i loro sostenitori faranno tutto il possibile per impedire la celebrazione delle elezioni presidenziali». «Finché non avremo formalizzato la Repubblica di Luhansk, il lavoro della Commissione continuerà, ma tale questione sarà discussa nei prossimi giorni. E presto saranno bloccati i lavori ai seggi» ha detto un membro del Consiglio della Repubblica di Luhansk. 

La testata poi ha chiesto al membro dei separatisti se secondo lui la repubblica separatista si considera già in sé uno stato indipendente nel cui territorio non dovrebbe essere tenuto elezioni presidenziali in Ucraina. E questi ha risposto: «Abbiamo la Costituzione, ora abbiamo creato il potere per il vertice. Intendiamo lavorare, e le elezioni presidenziali in Ucraina non sono necessarie qui». In precedenza la repubblica di Donetsk non ha riconosciuto le elezioni presidenziali in Ucraina, ha autoproclamato un “governatore del popolo” a Donbass, Paul Gubarev. Secondo il neo-autoproclamato governatore, il comportamento dell’Ucraina è illegittimo e viola l’articolo 103 della vigente Costituzione. Gubarev ha sottolineato che lo svolgimento di elezioni nel territorio del Donetssk e Luhansk è impossibile, in quanto è in contrasto con le leggi fondamentali di entrambe le repubbliche. Le elezioni presidenziali in Ucraina sono previste per il 25 maggio. Secondo un sondaggio del 16 maggio, il maggior numero di potenziali elettori voterebbe per Poroshenko, il 28,1% dei voti, al secondo posto arriverebbe, l’ex primo ministro Yulia Tymoshenko 17,9%, il terzo posto è Tihipko – 9,5%. I dati sono forniti dall’Istituto di Tecnologie Sociali “Sotsiopolis”.