Riad chiude i conti dello sceicco Adnan al-Aroor

52

ARABIA SAUDITA – Riad. 20/12/14. Il Comitato per l’antiterrorismo dell’Arabia Saudita ha chiuso il conto in banca dello sceicco “Adnan al-Aroor” chiudendo al siriano e ai suoi figli, i conti bancari, con l’accusa di raccolta di donazioni non autorizzate e in contrasto con le leggi del Regno. Fonte Eldorar.com

Vale la pena ricordare che lo sceicco Adnan bin Mohammed Aeraour nato nel 1948, ha una laurea in scienza forense. Ha studiato con Inb BAaz e Kalalama l’albanese.
Lo Sceicco “Adnan” è stato uno dei protagonisti della rivoluzione in Siria sin dal suo inizio nel 2011, in particolare quando è esploso il conflitto nella provincia di Daraa, dove sono cominciate le proteste.
Poi ha iniziato a raccogliere donazioni per sostenere il popolo siriano e la loro rivoluzione, in particolare le persone colpite e sfollate. I suoi contributi sono andati per sostenere e supportare una serie di fazioni rivoluzionarie di Batdalha che combatte Assad in Idlib e Hama.
Si crea quindi una “organizzazione per la pace per la cura e lo sviluppo”, che ha avuto un contributo significativo al lato di soccorso, assistenza medica, nella campagna di Idlib e Aleppo e Hama, e alcune regioni orientali, e l’organizzazione sovrintende alla fornitura di medicinali gratuiti attraverso i centri stabiliti anche nel territorio turco, e ha curato diverse campagne sacrificali in vacanza e campagne iftaar digiuno e tavole di Ramadan.
Attraverso le donazioni ad Adnan sono stati salvati, assicurata, la fondazione, 4.500 orfani e trattati 4.000 feriti e contribuito a creare circa 20 ospedali, oltre a fornire 25 mila militanti in due anni. Che rimane il motivo principale dietro la chiusura del conto corrente dello sceicco Adnan.