Cambogia, nuova legge sugli investimenti

47

CAMBOGIA – Phenon Penn. 30/11/13. Dopo l’annuncio delle recenti riforme al servizio doganale da parte del ministro per il Commercio della Cambogia, è prevista, per il 2014, una revisione della legge sugli investimenti del paese  a darne notizia il secondo segretario generale del Consiglio per lo sviluppo della Cambogia (CDC), Sok Chenda.

Parlando ai giornalisti in un workshop al Raffles Hotel Le Royal a Phnom Penh ieri, Sok Chenda, ha detto che il clima degli investimenti della Cambogia ha bisogno di un rinnovamento. «Dobbiamo ripulire, migliorare e adattarci alle nuove circostanze», ha detto Chenda, riferendosi ad un nuovo ambiente competitivo regionale.

In precedenza il Myanmar non è stato considerato un luogo attraente per gli investitori stranieri, ha riferito Chenda. Ma ora, dopo le riforme del governo, si sta aprendo e sta diventando più facile fare affari. «Abbiamo un nuovo concorrente», ha detto il viceministro. La legge sugli investimenti della Cambogia è stato implementata nel 1994. È stata poi rivista nel 2003, ma da allora è rimasta invariata. Ma questo non è l’unico provvedimento che la Cambogia sta mettendo in cantiere per lo sviluppo del paese. Nel mese di ottobre il governo ha fissato un termine di 60 giorni per il ripulire il servizio doganale dalla corruzione, mentre all’inizio di questa settimana il ministro del commercio ha annunciato riforme che consentano di ridurre la burocrazia per gli esportatori in Cambogia. 

Per le imprese private un problema da risolvere è quello della manodopera qualificata. Essere in grado di trovare «molto, molto buoni giovani ingegneri, meccanici, anche ingegneri edili civili, è una bella sfida».

Quello che serve alla Cambogia per crescere sono i tecnici specializzati e i laureati.