Seoul- Pyongyang, prove di disgelo

110

COREA DEL SUD – Seoul. 13/04/14. La Corea del Sud è pronta a revocare le sanzioni contro la Repubblica popolare democratica di Corea (RPDC), se il vicino del nord prende le misure necessarie. Fonte xinhuanet.com.

 «La Corea del Sud è disposta a revocare le sanzioni. Ma, per fare questo, la Corea del Nord (DPRK) deve dare qualcosa in cambio», ha detto il ministro dell’Unificazione Ryoo Kihl – jae ai legislatori durante la sessione plenaria del Parlamento degli affari esteri e del comitato unificazione. Lui non ha specificato quali azioni Pyongyang dovrebbe prendere. La Corea del Sud ha imposto le sanzioni quattro anni fa in seguito al naufragio di una nave da guerra sudcoreana. Il 26 marzo 2010, la corvetta sudcoreana Cheonan Marina, affondata nelle acque vicino al confine marittimo occidentale, in quello che una squadra investigativa multinazionale Seoul, ha definito un attacco con siluri da Pyongyang. La Corea del Nord ha ripetutamente negato il suo coinvolgimento nell’incidente in cui 46 marinai sudcoreani a bordo sono stati uccisi. Pyongyang ha proposto di inviare propri esperti per verificare il risultato dell’inchiesta. Seoul ha imposto il 24 maggio del 2010 delle sanzioni in cui vieta tutti gli scambi economici e anche lo scambio di personale inter-coreane anche per il polo tecnologico congiunto nella  città di confine della Corea del Nord di Kaesong. La Corea del Sud ha chiesto il riconoscimento e le scuse del Nord per l’incidente, ma non ha precisato quali azioni “necessarie” la Corea del Nord dovrebbe fare. Fino a che non ci saranno le scuse la Corea del Sud ha intenzione di bloccare progetti infrastrutturali tra i due paesi. Il President Park ha presentato una proposta di tre punti per la Corea del Nord a Dresda, in Germania il 28 marzo, tra cui un supporto per le donne incinte e neonati in Corea del Nord attraverso le Nazioni Unite, lo sviluppo delle infrastrutture e l’esplorazione delle risorse naturali, nonché ampi scambi inter- coreani in materie quali storia, cultura e sport.