Direttiva Ue: Israele ripristini i confini del ’67

69

ISRAELE – Gerusalemme. 17/07/13. La nuova direttiva comunitaria europea, richiede che qualsiasi contratto tra i Paesi membri dell’UE e Israele, incluso l’accordo che Gerusalemme Orientale, Giudea e Samaria non siano riconosciute come parte dello Stato d’Israele vengano riconosciuti.

Praticamente l’Unione Europea chiede che Israele rinunci ai territori fuori dai confini del 1967, «Il che è categoricamente inammissibile per lo Stato ebraico che renderà seriamente difficili le sue relazioni con l’UE» sostiene il giornale israeliano Haaretz.